Come pulire le vongole: ecco tutti i 7 fondamentali passaggi!

Le vongole sono dei molluschi e uno degli ingredienti cardine della tradizione italiana in cucina: chi non adora il classico spaghetto alle vongole? Una vera bontà e delizia per il palato! Ma sei sicuro di sapere come pulire le vongole a dovere?

Questo straordinario mollusco appartiene alla famiglia dei “molluschi filtratori” che include tutte quelle specie che girano per mari e oceani passando al setaccio tutto ciò che incontrano alla ricerca di fitoplancton e altri microrganismi di cui nutrirsi. Per questo motivo è importante acquistare solo vongole di origine controllata da venditori affidabili.

Altrettanto importante è sapere come pulire le vongole evitando di incorrere in rischi per la propria salute. Basteranno poche ma efficaci accortezze per pulire le vongole dalla sabbia e gustare in tutta tranquillità uno straordinario piatto! Procediamo un passaggio alla volta!



1. L’acquisto

Per prima cosa controllate che la confezione delle vongole riporti il bollo sanitario CEE così da essere sicuri della provenienza e della loro affidabilità.

2. La selezione

Una volta arrivati a casa apri la confezione, disponi le vongole su un piano e controllale una ad una per trovare quelle aperte o con il guscio rotto, che potrebbero contenere vongole già morte da parecchio tempo e quindi non sicure per la tua salute!

3. L’ammollo

A questo punto procurati un recipiente abbastanza ampio da accogliere tutte le vongole, ponile al suo interno e aggiungi acqua fredda e sale grosso; calcola circa 15 grammi di sale per litro d’acqua. In questo modo ricreerai un ambiente simile al mare e le vongole spurgheranno da sole la sabbia dal loro interno.

4. Il frigo

Una volte poste nel recipiente con acqua e sale, copri tutto con uno strato di pellicola trasparente e riponi in frigo per almeno 2 ore così da farle spurgare dalla sabbia.

5. I risciacqui

Durante queste 2 ore dovrai cambiare acqua e sale per un paio di volte, ogni 45/50 minuti circa. Non fare l’errore di rovesciare l’acqua capovolgendo il recipiente con le vongole ancora dentro: la sabbia, infatti, durante lo spurgo si accumulerà sul fondo del recipiente e se lo capovolgerai con le vongole dentro la sabbia ricadrà nuovamente sopra le vongole! Quindi, con calma tira fuori le vongole dal recipiente, puliscilo, cambia l’acqua, aggiungi il sale e rimetti dentro i molluschi.

6. In caduta libera

Trascorse le 2/3 ore di ammollo in frigo, dovrai fare un ultimo controllo per assicurarti di aver eliminato tutto e non ritrovarti residui di sabbia nel piatto: una alla volta fai cadere le vongole nel lavandino da un’altezza di circa 30 cm oppure sbatti ogni singola vongola a mano su un piano. Un ultimo generale risciacquo e ci siamo quasi!

7. Ultimo controllo

Come ultimo passaggio, mentre sei pronto a buttarle in pentola, controlla che non ci siano vongole già aperte perché vuol dire che sono già morte; potresti vederne qualcuna socchiusa, ma basterà sfiorarla per vederla richiudersi subito dato che il mollusco al suo interno dovrebbe essere ancora vivo e vegeto.



Adesso che sai come pulire le vongole, non ti rimane che cucinarle!

Prepara un piatto di spaghetti alle vongole con pochi semplici ingredienti, sentirai che bontà! Verrai ripagato di tutto il lavoro fatto! E buon appetito.





© Confoodential.it - 2019 - Privacy Policy